Salsiccia di Montignoso


Categoria:
Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazione;

1. Denominazione del Prodotto:
Salsiccia di Montignoso

2. Sinonimi:
Bocconcini di prosciutto di Montignoso

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Piccola salsiccia di forma cilindrico-tubolare della lunghezza di circa 3 cm, ottenuta da una selezione accurata delle parti nobili dal maiale: prosciutto, spalla, capocollo, pancetta e lardo accuratamente speziati. Viene insaccata in budello naturale, intrecciato e legato con spago a formare dei piccoli cilindretti. Colore rosato, odore fragrante, sapore delicato e fresco, finemente sapida, è ottima da mangiare cruda.

4. Territorio interessato alla produzione:
Comune di Montignoso, provincia di Massa Carrara

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
La carne viene selezionata poi tritata ed impastata con l’ausilio di attrezzature in acciaio, quindi vengono aggiunti sale, pepe e aglio pestato, poi insaccata in budello di suino. La lavorazione termina con la legatura del budello a formare piccoli cilindri. Viene consumata fresca o cotta.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
s Tritacarne
s Impastatrice
s Insaccatrice

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
La tradizionalità del prodotto è data dalla particolarità delle metodiche di lavorazione tramandate nel tempo dai salumieri del posto. La qualità e la tipicità organolettica della salsiccia di Montignoso sono dovute al tipo di carni impiegate e in particolare all’utilizzo di parti nobili del maiale e di spezie. È ottima mangiata cruda, con il pane, alla griglia.



Categoria
Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazione