Mela Francesca aretina


La Mela Francesca aretina è una mela tardiva che si raccoglie nell’ultima decade di settembre. Come molte vecchie varietà si conserva molto bene fino alla primavera.

Descrizione del prodotto

La mela Francesca è una mela di bell’aspetto, leggermente allungata, di colore verde pallido uniforme con gota rossa a maturazione; il colore verde rimane predominante, non presenta rugginosità. La polpa è dura, croccante, leggermente acidula e profumata. Raggiunge facilmente calibri medi.

Cenni storici

È originaria della provincia di Arezzo; viene coltivata in montagna sia per adattamento all’ambiente, sia per meglio sfruttare i terreni collinari, partecipando così al consolidamento del terreno in aree che non potevano essere destinate a colture più produttive.

Alle qualità che rendevano maggiormente apprezzabili le vecchie varietà (rusticità, tolleranza alle malattie e serbevolezza) la mela Francesca aggiunge anche un aspetto gradevole e un ottimo sapore; è meno diffusa e conosciuta della mela nesta, probabilmente perché più “gentile”, meno rustica, caratteristica molto ricercata all’epoca.

Gallesio nel suo viaggio in Toscana del 1815 la descrive accuratamente. Breviglieri la descrive nella Enciclopedia Agraria Italiana della REDA e nella indagine pomologica presentata al Congresso nazionale di Frutticoltura di Ferrara del 1949. Sempre secondo Breviglieri nel 1929 e nel 1948 era tra le varietà più diffuse in quasi tutte le province toscane.

Secondo Branzanti e Sansavini nel 1964 era ancora la seconda mela più coltivata in Toscana con una produzione di circa 20000 q, ma in netto calo (-10% negli ultimi dieci anni).


Ristoranti
IMG-20200119-WA0005-385b9d09
Le note di guido osteria

Via Cesare Battisti, 18 - TALLA


Tipologia prodotto
Pat
Categoria
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
Zona di produzione

Provincia di Arezzo.