giovedì 11 Aprile 2024


Più di 20.000 wine tasting negli oltre 4.000 incontri BtoB che hanno registrato un livello di soddisfazione di buyer e seller superiore al 92%. Questi sono alcuni dei numeri che fotografano il successo dell’edizione 2024 di BuyWine Toscana 2024, la più grande vetrina BtoB del vino Made in Tuscany che si chiude oggi a Firenze, promossa da Regione Toscana insieme a Camera di Commercio di Firenze e organizzata da PromoFirenze, con il coordinamento di comunicazione, ufficio stampa e social, a cura di Fondazione Sistema Toscana.

Nelle giornate del 10 e 11 aprile presso la Fortezza da Basso di Firenze, 240 produttori, di cui un terzo biologici e biodinamici, hanno incontrato 193 buyer internazionali provenienti da 40 Paesi, avviando trattative per un valore di oltre 3 milioni di euro. L’edizione 2024 di BuyWine Toscana ha visto il ritorno importante dei mercati asiatici, tra cui la Cina, oltre a nutrite delegazioni di compratori dai mercati classici per il vino made in Tuscany e cioè da USA, Canada ed Europa. Particolare interesse anche verso il Sud America e l’India da parte dei produttori toscani che hanno portato in Fortezza ben 1.500 etichette di 51 denominazioni in degustazione.

Quest’anno la produzione vitivinicola toscana rappresentata a BuyWine è stata di oltre 38 milioni di bottiglie annuali, un numero complessivamente ragguardevole sebbene la manifestazione confermi la sua vocazione di BtoB dedicato in particolare ai medio-piccoli produttori della Toscana. Il 72% dei seller presenti in Fortezza hanno, infatti, una produzione fino a 100.000 bottiglie all’anno.

Le sessioni preparatorie iniziate nei mesi scorsi, sono state affrontate con grande attivismo da parte degli operatori. ll meccanismo di matchmaking, basato su una piattaforma informativa “alimentata” dai dati delle profilazioni effettuate dagli operatori, dai follow-up raccolti, oltre che dalle “like” espresse da buyer e seller (ben 17.000), ha così generato le agende appuntamenti, con una percentuale di “perfect matching” superiore al 75%: un’ottima base di successo confermata poi dalla due giorni appena conclusa.

La soddisfazione espressa da buyer e seller sugli incontri effettuati è stata superiore al 92%. I partecipanti hanno affermato nel 94,7% dei casi, di aver avviato ottimi rapporti di business grazie a BuyWine, manifestazione che rafforza e conferma anche quest’anno la sua leadership tra gli eventi italiani BtoB dedicati al vino toscano. Infine, i buyer hanno valutato i vini appropriati ai propri mercati per l’83,6%, rafforzando le ottime aspettative già emerse nelle fasi precedenti all’evento e le prospettive concrete di commercializzazione nei propri paesi. 

Conclusa la sessione di degustazioni in Fortezza da Basso, alcuni buyer avranno l’opportunità di partecipare a specifici Wine Tour alle origini della vinificazione. Tra mare e montagna, quelli organizzati dalla Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest: “La viticoltura eroica. Il vino e la montagna” e “La costa dei vini. Il vermentino”. I consorzi di Chianti Classico e Chianti Rufina proporranno invece masterclass ed esperienze sul proprio territorio, mentre il Consorzio del vino di Suvereto e Val di Cornia condurrà gli operatori internazionali in un tour alla scoperta di un territorio molto suggestivo.




Potrebbe interessarti