lunedì 15 Gennaio 2018


Da dicembre sugli scaffali delle librerie è possibile sfogliare il volume “Ricette e salute“, edito da Giunti e validato dalla Regione Toscana: si tratta di un libro che coniuga l’interesse per le tradizioni alimentari toscane con un’attenzione crescente ai valori di salute dei comportamenti alimentari.

Ormai lo sappiamo: le abitudini e l’alimentazione condizionano la qualità e la durata della vita. Per questo, si consiglia di fare scelte giuste anche a tavola, preferendo legumi, verdura e frutta fresca ed eliminando zuccheri e prodotti animali.

L’idea di questo progetto editoriale, promosso e coordinato dall’Agenzia regionale di sanità – con la collaborazione dei settori Sanità, Agricoltura, Turismo e Commercio della Regione Toscana, del Consorzio degli istituti professionali associati toscani (CIPAT) e su mandato della Presidenza della Regione –  nasce dalla volontà dell’ARS di proporsi come ente pubblico garante di informazioni affidabili e accreditate sulle ricette toscane della tradizione e sulle loro proprietà salutistiche, elaborate con criteri trasparenti e condivisi, senza conflitti di interesse.

Da anni, i toscani e gli italiani in genere occupano posizioni di vertice nella classifica mondiale per aspettativa di vita: nell’immaginario collettivo ciò deriva da un suggestivo mix di eccellenze mediterranee enogastronomiche, naturale bellezza e cultura diffusa, che non a caso fa dei nostri territori una meta ambita del “buon vivere”.

Il volume “Ricette e salute” parte dalle ricette della regione, per poi dare spazio a nutrizionisti ed esperti toscani di enogastronomia a “dire la loro” per individuare i piatti della tradizione dei territori toscani, il loro valore nutrizionale e l’utilità per la prevenzione delle malattie, anche alla luce delle raccomandazioni della Piramide Alimentare Toscana.

Il libro è arricchito con note di storia locale dell’alimentazione, con fotografie di piatti, prodotti e territori, oltre che con un ricco glossario che include i  prodotti agro-alimentari e le preparazioni di base, i prodotti toscani DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta) e PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali), che ne contraddistinguono la qualità, la provenienza e la tipicità.




Potrebbe interessarti

jQuery('#popmake-89585') .on('pumBeforeClose', function () { var $iframe = jQuery('iframe', jQuery(this)), src = $iframe.prop('src'); $iframe.prop('src', '').prop('src', src.replace('?autoplay=1', '')); });