- Vetrina Toscana - https://www.vetrina.toscana.it -

Tonno del Chianti

Il (finto) Tonno del Chianti, a dispetto del nome, viene preparato con carne di maiale, erbe e olio d’oliva.

Descrizione del prodotto

Il tonno del Chianti viene prodotto cuocendo nel vino bianco pezzetti di carne di maiale. Ha colore nocciola chiaro, sapore e profumo di tonno leggero e delicato. Si produce a luglio e si confeziona sott’olio in vasetti di vetro, oppure in sacchetti sottovuoto.

Cenni storici

Il tonno del Chianti deve la sua tradizionalità al processo di lavorazione, rimasto invariato nel tempo, all’impiego di ingredienti come il vino bianco, le foglie di alloro e l’olio, che conferiscono al prodotto il gusto e una particolare tenerezza al palato. In passato, il tonno del Chianti veniva prodotto per utilizzare gli “scarti”: ovvero i lattonzoli che ai primi caldi estivi mostravano inappetenza o altri problemi (infatti il prodotto si confezionava soprattutto in luglio). La sostituzione dell’olio di oliva con quello si semi è recente, come recente è il procedimento di sterilizzazione (un tempo si usavano vasi di terracotta).

Ricette e tradizioni

Ottimo su crostini di pane, il tonno del Chianti si accompagna molto bene con il “vin brusco“.

 

 Foto di Rita Nerozzi

Categoria
Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazione
Zona di produzione

Zona del Chianti, provincia di Firenze.