- Vetrina Toscana - https://www.vetrina.toscana.it -

Panigaccio di Podenzana

Il Panigaccio di Podenzana è una sorta di pane non lievitato, tipico della Lunigiana, che viene cotto in una speciale terrina di terracotta, chiamata “testo”, arroventato a fuoco vivo in un falò o in un forno a legna.

Descrizione del prodotto

Il panigaccio ha forma rotondeggiante, con diametro di circa 15 cm e colore biancastro. Ha un odore fragrante, simile a quello del pane.

La farina di grano viene amalgamata con sale e acqua sino a ottenere un impasto denso. L’impasto viene quindi messo in testi di terracotta, che vengono impilati gli uni sugli altri e fatti arroventare. Si consuma ancora caldo e si produce per tutto l’arco dell’anno.

Cenni storici

I Panigacci hanno origini molto antiche. Si racconta che durante la Seconda Guerra Mondiale, quando i tedeschi distrussero il ponte che collegava il comune di Podenzana con il resto della regione, gli abitanti del comune sopravvissero mangiando Panigacci fatti con farina di ghiande e castagne.

Ricette e tradizioni

Il prodotto deve la sua tipicità alla tecnica di trasformazione e ai particolari materiali utilizzati nel corso della lavorazione. Si consuma ancora caldo, accompagnato da salumi e formaggi o condito con olio extravergine di oliva [1] e formaggio grattugiato. In alcuni ristoranti della Lunigiana viene preparata anche una variante dolce con la cioccolata.

D’estate si svolge tradizionalmente la Sagra del panigaccio di Podenzana [2], che ha ottenuto la certificazione di “Sagra di Qualità”.

 

Foto di Martina Badini

Categoria
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
Zona di produzione

Si produce in Lunigiana, provincia di Massa Carrara.