Olio di madremignola


Categoria:
Grassi (burro,margarina, olii);

1. Denominazione del Prodotto:
Olio di madremignola

2. Sinonimi:

3. Descrizione sintetica del prodotto:
È un olio monovarietale molto fluido, di colore verde intenso e brillante, sapore fruttato e pungente, molto accentuato.

4. Territorio interessato alla produzione:
San Colomba, Bientina, provincia di Pisa.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Dopo la raccolta manuale delle olive, si procede alla frangitura in frantoi tradizionali, e quindi alla vendita diretta al consumatore. Si produce fra novembre e dicembre.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
L’olio di madremignola deve la sua particolarità alla cultivar: è infatti un olio monovarietale. Gli olivi della varietà madremignola sono coltivati sui terreni ghiaiosi della zona di San Colomba e questo, insieme alle caratteristiche varietali, conferisce le doti di freschezza all’olio. E’ un olio molto apprezzato dai consumatori locali. Per il suo sapore pizzichino e fruttato si presta ad essere consumato per il pinzimonio, per fare bruschette e per condire la ribollita.

9. Produzione:
La produzione di olio di questa particolare cultivar originaria delle Colline pisane non è quantificabile; non sono molti i produttori che destinano le olive di madremignola alla produzione di un olio monovarietale e, comunque, le modeste quantità prodotte vengono destinate interamente all’autoconsumo. Le olive di questa varietà vengono generalmente frante insieme a quelle delle altre cultivar maggiormente diffuse in Toscana.



Categoria
Grassi (burro,margarina, oli)