Miele di castagno toscano


Categoria:
Prodotti di origine animale (miele, prodotti lattiero caseari di vario tipo escluso il burro);

1. Denominazione del Prodotto:
Miele di castagno toscano

2. Sinonimi:

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Prodotto nelle zone di media montagna, il miele di castagno ha consistenza piuttosto liquida, colore marrone-ambrato più o meno scuro, brillante. È un miele non eccessivamente dolce con retrogusto più o meno amaro, aroma intenso. Resta liquido a lungo, ha colore ambra dorato chiaro, profumo intenso e aromatico, di bosco. Come tutti i mieli scuri è particolarmente ricco di sali minerali. Blando disinfettante delle vie urinarie e stimolante della circolazione, esplica una benefica azione su reni e fegato.

4. Territorio interessato alla produzione:
Tutto il territorio toscano interessato dalla coltivazione del castagno. Particolarmente rinomati sono i mieli di castagno dell’Alta Versilia, dell’Amiata, della Valle del Serchio, della Val di Bisenzio, del Casentino, della Lunigiana.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Per la sua estrazione i telaini del melario vengono disopercolati (viene tolta la cera che chiude le celle di immagazzinamento del miele) e successivamente centrifugati per togliere il miele dalle cellette. Il miele va poi nel maturatore, dopo essere stato filtrato con filtro a calza; dal maturatore passa all’invasettatrice. Nella stanza del miele viene tenuto un deumidificatore per evitare di trasmettere l’umidità ambientale al miele, un prodotto altamente igroscopico.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
s Arnie, melari e telaini di legno
s Disopercolatrice, smielatore centrifugo
s Contenitori per la decantazione (maturatori)
s Filtri ed altre attrezzature per lo stoccaggio del prodotto

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
La produzione del miele di castagno è storicamente presente in tutto il territorio toscano ad alta vocazione castanicola, come testimoniato da diverse citazioni in testi e documenti, ed ha costituito per lungo tempo un’integrazione delle produzioni principali nelle aziende agricole. Ogni famiglia un tempo possedeva qualche arnia ma il miele, alimento ricco di sostanze nutritive e di proprietà benefiche, costituiva per lo più una produzione secondaria. Più recentemente si è elevato a prodotto prevalente per alcune aziende che si sono specializzate nell’allevamento delle api. Pur conservando nella sostanza le tradizionali tecniche di lavorazione, l’attività apistica ha subito un processo di aggiornamento in gran parte determinato dalla necessità di adeguarsi agli attuali standard qualitativi.Il miele, per sua natura, riproduce l’unicità dell’ambiente da cui deriva e ne distilla gli elementi che lo contraddistinguono, dando luogo ad un alimento unico e irripetibile. I diversi areali rendono peculiare il patrimonio di essenze nettarifere. Il miele di castagno è ottimo accompagnamento ai formaggi a pasta dura di latte vaccino, caprino o di pecora.

9. Produzione:
Dai dati ufficiali del censimento della Regione Toscana risulta che il quantitativo annuo di miele di castagno prodotto è stimato intorno ai 10.000 quintali.




Ristoranti

OSTERIA ALL’USSERO DA ANTONIO

VIA STATALE ABETONE,50 - SAN GIULIANO TERME
Cacciagione, Carne, Pesce, Vegetariano

Trattoria Da Fagiolino
Trattoria Da Fagiolino

Via Carega, 1 - CUTIGLIANO
Altro, Cacciagione, Carne, Senza glutine, Vegetariano

Botteghe

Cibi Tradizionali

Via della Pancola, 5 Prato

Bottega e Ristoro Da’r Gallo

via Lucchese, 21/A - PISA

Il Bacco Goloso

Via 5 martiri,3 - CARMIGNANO

Gastronomia Da que’ ragazzi

Via Filicaia, 6/8 - PRATO

Alimentari Le Citte

Via Matteotti, 2 - MONTALCINO

vedi tuttinascondi