Limone massese


Il limone massese ha dimensioni medio-piccole, colore giallo intenso ed un sapore agrodolce con buccia molto fine, grazie alla vicinanza del mare.

Descrizione del prodotto

Il limone massese ha pezzatura medio piccola, forma ovale-tondeggiante, un colore giallo molto intenso ed un sapore agrodolce. È profumato e ha una buccia molto fine. Si produce tutto l’anno.

Cenni storici

La coltura degli agrumi a Massa è attestata fino dalla prima metà del Trecento, probabilmente le specie più diffuse erano i cedri, seguiti dagli aranci e dai limoni. Nel Cinquecento l’agrumicoltura si afferma, ma è nel Seicento che trova il suo massimo sviluppo.

Ricette e tradizioni

Il limone massese deve la sua tradizionalità alla particolarità della cultivar che, per l’influenza del clima collinare e della vicinanza al mare, dà limoni molto dolci e con una buccia molto fine e poco amara, tanto che si prestano ad essere consumati anche freschi, mentre la buccia viene utilizzata anche per fare liquori. Si conserva più a lungo degli altri limoni, non marcisce.


Categoria
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
Zona di produzione

Il limone massese viene prodotto nella provincia di Massa Carrara.