- Vetrina Toscana - https://www.vetrina.toscana.it -

Farina di castagne di Prato

La farina di castagne di Prato è la base per la preparazione di polenta dolce, frittelle e castagnacci, fatti seguendo le ricette tradizionali della Val di Bisenzio.

Descrizione del prodotto

La farina di castagne di Prato ha colore marrone chiaro e sapore dolce. Si ottiene dalla seccatura e successiva macinatura di castagne fresche locali quali le “cararesi”, le “pastinesi”, le “molane”, le “morbide” e pochissimi “maroni”.

Cenni storici

La tradizionalità del prodotto è legata alle caratteristiche organolettiche delle castagne determinate dalle cultivar locali, alla tecnica di essiccazione nei caratteristici seccatoi e alla molitura con impiego di macine in pietra. Un proverbio dice “Castagna minuta il caniccio l’aiuta“, cioè le castagne piccole si seccano più facilmente e sono ottime per la farina, mentre quelle grosse seccano in maniera meno omogenea e sono più adatte al consumo fresco.

Ricette e tradizioni

La farina di castagne di Prato è la base per la preparazione di polenta dolce, frittelle e castagnacci [1] fatti seguendo ricette tradizionali, ma anche per dolci [2] e biscotti.

Nei mesi di novembre e dicembre il territorio è interessato da numerose sagre legate ai prodotti castanicoli. Forse la festa più importante è la Festa della Polenta [3] che si tiene a Vernio la prima domenica di Quaresima.

Categoria
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
Zona di produzione

La farina di castagne viene prodotta in tutto il territorio di Prato.