Cinta Senese DOP


Con il termine “Cinta Senese DOP” si fa riferimento a una carne ottenuta dall’allevamento brado o semi-brado dell’omonima razza di suini.

Descrizione del prodotto

La razza di Cinta Senese è molto rustica e resistente e non necessita di particolari cure. Si caratterizza per avere taglia media, con cute e setole nere. Ciò che la rende riconoscibile è la tipica fascia bianca-rosata (una sorta di cintura, per l’appunto) che cinge torace, spalle, garrese e arti anteriori.
Le carni hanno ottime qualità organolettiche grazie anche alle particolari condizioni di allevamento e di alimentazione. In pratica l’allevamento consiste nel “pascolamento” degli animali, che si cibano da quanto fornito dal pascolo in bosco e/o in terreni nudi seminati; l’alimentazione consiste quindi prevalentemente di tuberi, radici e materiale organico. Di notte, invece, gli animali vengono messi a riparo per contenere problemi sanitari e dovuti allo stress.
I salumi e gli insaccati derivati sono particolarmente ricercati e apprezzati anche su mercati esteri e ciò ha provocato un notevole incremento della domanda.
Sui tagli di carne fresca destinati al consumatore finale viene apposto il Sigillo Consortile con codice numerico di rintracciabilità.

Cenni storici

Si hanno testimonianze della cinta senese già dal tempo degli Etruschi e dei Romani anche se la prova certa dell’esistenza di questo animale si ha con l’affresco del 1338 – in cui è raffigurato – “Gli effetti del Buon Governo in città e in campagna” di Ambrogio Lorenzetti, che si trova nella sala dei Nove del Palazzo Pubblico di Siena.
Fino agli anni ‘50 la maggior parte delle famiglie contadine toscane allevava questo suino; dopodiché la razza, in quanto poco prolifica, rischiò l’estinzione. Venne recuperata negli anni Novanta sulla scia di un generale approccio al consumo più naturale e della riscoperta dei sapori di una volta.
Solo allora in Toscana si è ricominciato ad allevare la cinta senese rispettandone tempi e condizioni di allevamento.
Le peculiarità territoriali in cui l’animale pascola garantisce anche un gusto della carne unico, oggetto appunto a tutela DOP.

Ricette e tradizioni

Le carni sono utilizzate per la realizzazione di salumi della tradizione toscana (salame toscano, in particolare il Salame di Cinta senese, salsicce, prosciutto, buristo, spalla salata, pancetta, capocollo, finocchiona). La carne fresca di Cinta Senese DOP, di grande versatilità, è ottima anche cucinata alla griglia o in padella, allo spiedo o al forno. Il suo abbinamento perfetto è con i vini rossi.



prodotto
certificato dop

Categoria
Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazioneProdotti DOP e IGP esclusivamente toscani
Zona di produzione

La zona di produzione della Cinta Senese DOP comprende i territori toscani che raggiungono l’altitudine massima di 1.200 metri sul livello del mare.

Consorzio di tutela

CONSORZIO DI TUTELA DELLA CINTA SENESE
Strada di Cerchiaia, 41/4
53100 – Siena (SI)
Tel: +39 0577 389513; Fax: +39 0577 389513
e-mail: cinta-senese@libero.it
web: www.cintasenesedop.it



ristoranti correlati

locanda il boschetto
LOCANDA IL BOSCHETTO

Località Spicchiaiola - 56048 Volterra (PI) - VOLTERRA

9
RISTORANTE BASTIA’S DI FERRINI FRANCO

Via dei Quattro Archi, 29, 57030 Marciana LI, Italia - MARCIANA

grigliatamista
Griglieria delle Vettovaglie

piazza delle vettovaglie 38, Pisa - PISA

Agriturismo Il Melograno di Banditella

strada Banditella 1, n.26 - GROSSETO
Altro, Cacciagione, Carne, Senza glutine, Vegetariano

botteghe correlate

MACELLERIA BULLERI

Via Roma, 16, 56037 Peccioli PI - PECCIOLI
Carne

Servizio a domicilio
attivita 120_1504113681_2406
Carrefour Ciampi & Lorenzini

Via E.Toti 35 PONTEDERA 56025 PI - PONTEDERA

Servizio a domicilio

produttori correlati

SAVIGNI SOCIETA’ SEMPLICE AGRICOLA
SAVIGNI SOCIETA’ SEMPLICE AGRICOLA

Località Pavana, 39, 51020 Pavana PT, Italia - SAMBUCA PISTOIESE