- Vetrina Toscana - https://www.vetrina.toscana.it -

Brutti boni di Prato

I Brutti boni sono dei dolci alle mandorle tipici di Prato, ideali da abbinare al vin santo.

Descrizione del prodotto

Hanno forma rotondeggiante con diametro di 3-5 cm e consistenza piuttosto dura. Sono di colore bruno, hanno profumo e sapore di mandorle.

Gli ingredienti impiegati nella preparazione dei “brutti boni” sono: mandorle tritate, zucchero, uova, farina. Dopo aver impastato gli ingredienti si formano delle palline di amalgama che vengono disposte in teglie sopra uno strato sottile di ostia e infornate. I dolci sono cotti quando diventano “brutti”, cio√® quando la loro superficie, spaccandosi, diventa rugosa. Si producono tutto l’anno.

Cenni storici

Un tempo per la preparazione dei “brutti boni” al posto delle mandorle si utilizzava il nocciolo delle pesche e delle susine. Si consumano con vin santo e insieme ad altri dolci: si dice che nessuno compra soltanto i “brutti boni”, ed anche in passato venivano venduti insieme ai biscotti di Prato.

Categoria
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
Zona di produzione

I Brutti boni sono tipici della Provincia di Prato.