Amaretti di Carmignano


Categoria:
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria;

1. Denominazione del Prodotto:
Amaretti di Carmignano

2. Sinonimi:
Amaretti Di’ Fochi

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Si tratta di un dolcetto, grande poco più di una noce, dal colore ambrato e dalla caratteristica forma rotondeggiante e bitorzoluta dovuta al processo artigianale con cui viene prodotto, tale da renderne uno non completamente uguale all’altro. Ha consistenza morbida e un netto profumo e sapore di mandorla che costituisce l’ingrediente principale.

4. Territorio interessato alla produzione:
Si producono nel Comune di Carmignano.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Gli ingredienti impiegati nella preparazione sono: mandorle pelate, zucchero, albume. Le mandorle, tutte di provenienza italiana, costituiscono l’ingrediente principale. Vengono macinate con lo zucchero fino ad ottenere una consistenza farinosa, il tutto viene impastato con l’albume d’uovo, in seguito disteso a mano su dei fogli di ostia e messo in forno per 12 minuti a 175 gradi.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
Impastatrice
Utensili da cucina
Teglia da forno
Forno.

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
L’origine di questa ricetta risale a fine ottocento e precisamente nel 1897 ad opera del sig. Giovanni Bellini di Carmignano detto I’ Fochi per il carattere impetuoso che gli si attribuiva, da qui la denominazione Amaretti Di’Fochi. Grazie alla sua maestria pasticcera seppe conferire un sapore particolare che distingue e caratterizza questo prodotto rispetto ad altri amaretti, tant’è che tutt’oggi, nello stesso forno, la terza generazione ne continua attivamente la produzione.

9. Produzione:
I produttori degli amaretti di Carmignano sono riuniti nel Consorzio “Pasticceri Pratesi”. La quantità annua che producono è di circa 25 quintali. La vendita avviene per tre quarti della produzione in zona , la restante parte viene venduta a livello regionale. Si tratta prevalentemente di vendita diretta, ma parte del prodotto viene anche destinato alla ristorazione locale. Si producono tutto l’anno. Da ricordare “L’antica fiera dei fichi secchi di Carmignano”, in cui gli amaretti, oltre agli altri prodotti tipici di Prato vengono presentati ogni 1° martedì di dicembre.




Botteghe

Il Bacco Goloso

Via 5 martiri,3 - CARMIGNANO

Gastronomia Tempestini dal 1954

Via Ciliani, 84 - PRATO