Il sogno: produrre stoffa di canapa nella tenuta confiscata alla mafia



Simona Bellocci in questo episodio di Toscana Bella e Buona racconta l’obiettivo di Giovanni Sordi, direttore di Ente Terre che gestisce, in Toscana, la Tenuta di Suvignano. Tutto parte da un progetto di “agroinnovazione” portato avanti insieme ad altri partner per la coltivazione della canapa sostenibile, con l’obiettivo – in futuro – di andare oltre per creare un laboratorio per la trasformazione e la lavorazione delle stoffe. Impegno, economia sana e rinascita per questo bene tornato patrimonio comune e  assegnato dallo Stato, dopo la confisca, alla Regione Toscana.