lunedì 4 Dicembre 2023


“Mugello Tradizione e Qualità in Cucina” è un progetto avviato nel 2020 per valorizzare quelli che sono importanti punti di forza del Mugello, i prodotti locali di eccellenza, e una ristorazione che questi prodotti sempre più valorizza e propone. E quest’anno abbiamo coniugato sempre più l’elemento attrattivo dell’enogastronomia, con l’offerta turistica territoriale dell’ambito turistico locale, tramite le imprese che hanno aderito al manifesto di intenti di Vetrina Toscana”.

“Mugello Tradizione e Qualità in Cucina” è un progetto realizzato con il sostegno di Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana ed il contributo di Camera di Commercio di Firenze.

Grazie al lavoro svolto nelle passate edizioni, le imprese coinvolte nell’edizione 2023 del progetto, la cui conclusione è prevista nel dicembre prossimo, sono 47, di cui 34 ristoranti e 13 botteghe alimentari. Ma il progetto potrà contare anche sui 20 produttori agricoli aderenti a Vetrina Toscana presenti sul territorio. E si estende su un’area vasta, quella dell’Ambito Turistico del Mugello che comprende i comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, San Godenzo, Scarperia e San Piero, Vicchio. 

Ristoranti e botteghe che si riconoscono in questo progetto di marketing territoriale che promuove la tipicità e l’identità locale si mettono dunque in “rete” e in “vetrina”, per migliorare la competitività e per dare un contributo alla destinazione turistica dell’ambito. Si vuole infatti riuscire a integrare la rete di Vetrina Toscana con l’attività dell’Ambito per la promozione turistica attraverso la valorizzazione del turismo della tavola. Tanto più che le eccellenze del Mugello, sia sul fronte gastronomico, che su quello di vino e birra, sono sempre più riconoscibili e ricercate e bene si abbinano alle bellezze naturalistiche del territorio e al suo ricco patrimonio storico-artistico e architettonico. Per questo sarà prevista una stretta collaborazione con l’Ufficio Turistico dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello e con la DMC, Destination Management Company, cioè il soggetto a cui compete l’organizzazione e la commercializzazione dell’offerta turistica di questo territorio.

La terra mugellana è ricca di eccellenze che valgono una visita e una sosta: non solo il frutto autunnale dei boschi dell’Appennino mugellano, il marrone del Mugello Igp, o il rinomatissimo “tortello di patate”, piatto simbolo della tradizione culinaria mugellana, ma anche la carne e il latte, il vino e la birra artigianale, formaggi e salumi. Prodotti che i ristoranti presenti in “Vetrina Toscana” mettono abitualmente in tavola, con ricette capaci di esaltare i loro sapori e la loro genuinità.

Non solo “Vetrina” dunque, ma anche rete, per favorire una sempre maggiore sinergia tra gli operatori per migliorare l’offerta turistica, con la creazione di servizi e pacchetti.

E il progetto prevede anche il coinvolgimento dei dieci Centri Commerciali Naturali presenti all’interno dell’ambito turistico locale, con l’obiettivo di far partecipare le varie attività economiche, in modo integrato. 

Gli attori principali del progetto sono naturalmente i ristoratori e le botteghe, che promuovono i prodotti e le ricette legate alla tradizione locale. Attraverso un’apposita campagna di comunicazione – che si coordinerà con quelle dell’Ambito e del sistema regionale – si andranno a creare e proporre percorsi enogastronomici e culturali, proposti al pubblico/consumatore-turista, per aumentare la conoscenza delle presenze sul territorio dei ristoranti e delle botteghe tipiche, e incrementarne la frequentazione.

Le attività, tra ristoranti e botteghe, che hanno aderito al progetto sono attualmente quarantasette, con l’auspicio che con l’avvio dell’iniziativa arrivino altre adesioni. Ecco l’elenco suddiviso per Comuni, Barberino del Mugello: L’Oste in Piazza, Antica Osteria di Montecarelli, Trattoria da Alberto, Icche c’è c’è e poco altro, Macelleria Roberto, Riva Sud, Il Colle è, Forno Alimentari Taormina; Borgo San Lorenzo: Passaguai, La Combriccola, Gelateria Badiani; Dicomano: Il Borgo di Villa Cellaia, Il Ghiottone; Firenzuola: Ristorante Da Pako, Ristorante La Rocca, Ristorante Da Paolo e Alba, Ristorante Piccola Firenze, Gelateria Le Delizie, Alimentari Orlandi; Marradi: Al Cantuccio, Palazzo Torriani, La Colombaia, Le Delizie del Miele, L’Emporio di Martina, La Bottega di Marradi, Panificio Costicci, Il Camino, Il Casolare, Agriturismo Badia della Valle; Palazzuolo sul Senio: La Bottega dei Portici, Locanda Senio, Ristorante A Casa Mia; San Godenzo: Bar Il Muraglione .SS67, Ristorante Agnoletti; Scarperia e San Piero: Il Torrione, Osteria Nandone, Bonaugo, La Torre Osteria et Bottega, Osteria all’Aglione, Ristorante San Barnaba, Locanda Le Isole, La Macelleria, Panificio Fioravanti, Market Mugello; Vicchio: Locanda Antica Porta di Levante, La Casa del Prosciutto, La Bottega di Ceccherini Carla.

L’evento promozionale del progetto “MugelloTradizone e Qualità in Cucina” di Vetrina Toscana, dedicato ai giornalisti e ai rappresentanti delle istituzioni, si è svolto martedì 28 novembre presso il Monastero di Santa Caterina a Borgo San Lorenzo.

La prima parte della mattinata è stata caratterizzata dalla visita al Museo Chini e a seguire il percorso liberty per il centro di Borgo San Lorenzo, con l’utilizzo di una guida turistica fornita dall’ambito turistico del Mugello.

Poi, un momento informativo/formativo nella Sala del Cenacolo del Monastero di Santa Caterina moderato da Daniela Mugnai Responsabile Comunicazione di Vetrina Toscana e caratterizzato da: saluti del Presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Stefano Passiatore; intervento dell’Assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni del Mugello Federico Ignesti, con presentazione delle principali attrazione turistiche e culturali dell’ambito del Mugello; intervento di Emanuele Piani Presidente Consorzio Marrone del Mugello IGP e Sindaco di San Godenzo; intervento del Dott. Fosco Ferri – Consigliere del Consorzio Marrone del Mugello IGP e Presidente  di CASTANEA Società Cooperativa Agricola; intervento della Dott.ssa Costanza Ceccarini della Camera di Commercio di Firenze; intervento del Direttore Confesercenti Toscana Massimo Biagioni e le conclusioni del Presidente Confesercenti Metropolitana di Firenze Claudio Bianchi.

A seguire, degustazione dei prodotti enogastronomici tipici del territorio con particolare attenzione al MARRONE DEL MUGELLO IGP; con protagonisti i seguenti ristoranti e botteghe: Antica Porta di Levante di Vicchio con Gratin di limousine e patate del Mugello; Al Cantuccio di Marradi con Ciambella di farina di marroni senza glutine e Cheesecake con marron glacè; Il Casolare di Marradi con Budino di Marroni di Marradi; La Colombaia di Marradi con Coniglio con funghi e marroni e Torta di Marroni con alchermes; La Torre Osteria et Bottega di Scarperia e San Piero con Maritozzino con farina di marroni ripieno di mousse di ricotta agli agrumi con drink abbinato a sorpresa “Marron Five”; Palazzo Torriani di Marradi con Crackers con ricotta e crema di marroni e Tortelli di marroni con olio, pecorino e pepe; Camping Ristorante Il Sergente di Barberino di Mugello con Tortelli di patate; Ristorante A Casa Mia di Palazzuolo sul Senio con Crostini di pane toscano con lardo e marroni e Maltagliati di farina di marroni con crema di ricotta, noci e formaggio; Le Delizie del Miele con miele di castagne, biscotti di farina di castagne, aceto di miele di castagne e birra di miele di castagne e la Gelateria Le Delizie di Firenzuola con gelato al castagnaccio.
L’iniziativa si è conclusa con la visita guidata alle parti accessibili del Monastero di Santa Caterina a cura della Fondazione Cittadella di Santa Caterina da Siena




Potrebbe interessarti