martedì 28 gennaio 2020


È la giovanissima pratese Sara Bandinelli dell’istituto alberghiero “Datini” ad aggiudicarsi il titolo di Miglior allievo della Toscana 2020, il concorso organizzato dall’Unione Regionale dei Cuochi Toscani che ogni anno mette a confronto le scuole della regione. Con la bavarese “al cuor d’inverno”, aiutata da Alessandra Alterini e Karen Kolcz, Sara ha “stregato” la giuria e ha stracciato la concorrenza, composta da ben 16 istituti alberghieri.

La bavarese al pecorino semi stagionato DOP con cuore di pere cotte al vin brulé e crumble di bozza pratese e nocciole con olio IGP Toscano ha fatto sì che Sara Bandinelli conquistasse anche il diritto di gareggiare insieme al team della Toscana ai campionati nazionali di cucina che si terranno a Rimini il prossimo 15 febbraio. Sul podio anche gli istituti “Artusi” di Chianciano Terme (Siena) e il “Matteotti” di Pisa.

Il concorso è considerato un trampolino di lancio per gli chef del futuro, dal momento che i vincitori hanno poi ottenuto buoni piazzamenti in altre gare e competizioni. I giurati di questa edizione sono Filippo Saporito (chef della Leggenda dei Frati, 1 stella Michelin), Antonio Morelli (presidente dell’Associazione Cuochi di Massa Carrara), Luca Lischi (Regione Toscana), Daniela Mugnai (Vetrina Toscana) e Marco Gemelli (giornalista). Davanti ai loro occhi, nell’arco dell’intera mattinata gli studenti hanno realizzato un piatto partendo da una rosa di referenze  fornite dai partner di URCT:  Consorzio del Pecorino Toscano DOP,  Consorzio Finocchiona IGP, Consorzio Prosciutto Toscano DOP,  Consorzio olio Toscano IGP e Consorzio del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale oltre a Mukki, Boscovivo Tartufi e Giotto Fanti che, assieme al paniere dei prodotti  toscani Dop e Igp,  fanno parte degli alimenti indicati nel regolamento al quale gli studenti si sono dovuti attenere. 


Cucina, la pratese Bandinelli è il Miglior allievo di Toscana

Potrebbe interessarti