lunedì 29 Gennaio 2024


È l’Osteria del Conte di Montepulciano a vincere la quinta edizione di “Tra Borghi e Cantine dove la tradizione incontra il gusto” la manifestazione che con i suoi sette appuntamenti, con sette diversi ristoranti del territorio e altrettante aziende vitivinicole nei borghi della provincia, ha accompagnato i giovedì di autunno.

Tra Borghi e Cantine è progettato da CAT Confcommercio Siena, Confcommercio Siena per il programma regionale di promozione Vetrina Toscana e Camera di Commercio Arezzo Siena. Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti, botteghe e produzioni di qualità, che esprimono l’identità del territorio, e valorizza la cultura enogastronomica come attrattore turistico. Il cartellone ha la collaborazione di Fisar Val di Chiana e Val D’Elsa, le scuole superiori Ricasoli e Pellegrino Artusi, Ais Siena e Toscana, Coripanf, ovvero i Comitati per la promozione dei Ricciarelli Igp di Siena e il Panforte Igp di Siena che sono stati protagonisti di tutte le serate.

La titolare dell’Osteria del Conte è Lorena Brachi e gestisce il locale insieme al figlio Paolo Solini. Il tema era “Dove la tradizione incontra il gusto”. Il voto complessivo del ristorante è stato 9,8, il piatto più apprezzato i ravioli al brasato con riduzione di vino Nobile. Per narrare storia, tradizioni e nuovi sapori ci vuole un menù. E l’Osteria del Conte nella serata del 23 di novembre dopo il Piatto di Entrata (sformatino di cardo con colatina di formaggio pecorino del caseificio di Silvana Cugusi e tartufo bianco) con Rosso di Montepulciano DOC 2022 della Cantina Contucci, come tutti i vini della serata, propose come primo Ravioli al brasato con riduzione di vino Nobile, abbinato a Nobile di Montepulciano DOCG Mulinvecchio 2018. Ed ancora, come secondo piatto, Faraona farcita, cipollotti in agrodolce accompagnato da Nobile di Montepulciano DOCG Pietra Rossa 2018. Per ben finire, Mousse alla ricotta, cannella, miele, pistacchi, oltre a Ricciarelli Siena IGP e Panforte Siena IGP con Vin Santo Montepulciano Doc 2010.  “Sono felice, ci viene riconosciuto che abbiamo bene interpretato le materie del territorio in abbinamento con il vino Nobile”, è il commento di Paolo Solini, che è anche direttore del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

La premiazione a Wine&Siena

E’ proprio lui a ricevere il premio dalle mani di Giampaolo Betti di Wine&Siena e di Elena Lapadula di Confcommercio. “Il nostro ristorante – dice Paolo Solini – che si avvale dell’apporto in cucina delle cuoche Sabrina Ragnini e Maria Civitillo, è aperto da una ventina di anni nei locali della storica famiglia nobile poliziana dei Contucci, con la cui cantina abbiamo un forte legame di collaborazione. La loro sede, non distante dal ristorante, è di fronte alla Fortezza di Montepulciano, dove ha sede l’enoteca del Consorzio del Vino Nobile”.

Tutti i voti

Durante le serate a giornalisti e esperti in giuria è stato chiesto di  esprimere delle valutazioni. I voti dell’Osteria del Conte sono stati: 9,7 a “Capacità di esprimere la tipicità toscana e senese”, 9,666667 per “Capacità di ricreare i piatti tradizionali”, 9,7 per “Abbinamento coerente dei vini con i piatti proposti”, 9, 8 per “Equilibrio tra tradizione e creatività”, 10 per “Cura nella scelta di ingredienti del territorio”, 9, 9, “Cura dell’ambiente e accoglienza”.




Potrebbe interessarti