Schiaccia pasquale con uccellini di San Piero


Categoria:
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria;

1. Denominazione del Prodotto:
Schiaccia pasquale con uccellini di San Piero

2. Sinonimi:

3. Descrizione sintetica del prodotto:
La schiaccia pasquale è un prodotto da forno a base di pasta di pane ed anice. Presenta una forma molto particolare costituita da una base circolare suddivisa in 4 o 5 spicchi (rispettivamente tipologia piccola o grande) ed una decorazione superficiale, costituita da uccellini preparati artigianalmente in numero minimo di 5 e massimo di 13 a seconda se la schiaccia è piccola o grande. Dopo la cottura il prodotto assume esternamente un colore dorato chiaro ed una consistenza piuttosto dura; internamente la pasta è bianca, arricchita con i semi di anice. Gradevole è il sapore ed il profumo di anice, piuttosto intenso. La schiaccia di piccole dimensioni pesa circa 500 g e quella grande 1 kg. Il confezionamento prevede l’imballaggio con buste di plastica alimentare e/o buste di carta alimentare per la vendita.

4. Territorio interessato alla produzione:
San Piero in Campo – Isola D’Elba.

5. Produzione in atto:

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Gli ingredienti quali farina tipo 00, acqua, sale, lievito di birra ed anice vengono impastati in una impastatrice meccanica fino a quando l’impasto assume compattezza ed aspetto omogeneo. Si recupera manualmente 1,2 kg di impasto destinato alla preparazione della schiaccia grande e/o 600 g di impasto per la schiaccia piccola. Si procede lavorando una parte dell’impasto per la preparazione della base del prodotto, ossia un disco di pasta che rappresenta il supporto sul quale vengono disposte le decorazioni. A tale disco, prima di essere decorato, vengono eseguiti dei tagli a raggio che partono da una certa distanza dal centro in modo da lasciare il centro stesso intatto. Il numero dei tagli da effettuare sul disco sono 8 o 10. Gli spicchi vengono successivamente sovrapposti in modo da ottenere degli spicchi in numero di 4 per la tipologia piccola o 5 per la grande. A questo punto si preparano ( sempre con la pasta) le decorazioni rappresentate da uccellini elaborati a mano, con l’ausilio di una pinza con le estremità dentate, aventi: un corpo centrale, una coda tagliata a ventaglio, una piccola cresta sulla testa ed un piccolo becco. Gli uccellini vengono disposti sopra il disco, nella zona centrale e fermati con degli stecchini. Si procede dunque con la cottura in forno per 1 ora e qualche minuto a 220°C. Una volta cotto il prodotto viene destinato alla vendita.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
Impastatrice meccanica, banchi di lavoro, tavole di legno sulle quali viene disposta la schiaccia prima della cottura; attrezzature in ferro a forma di pinze e con le estremità dentate utilizzate per la preparazione degli uccellini; pala di legno e/o acciaio per l’infornatura.

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
La schiaccia Pasquale con gli uccellini di San Piero vanta un’antica tradizione. Questo prodotto è stato ed è tutt’oggi elaborato solo durante le festività Pasquali e solo ed esclusivamente nel paese di San Piero. L’arte di preparazione del prodotto ed in particolar modo la modalità con cui devono essere eseguite le decorazioni è stata tramandata di generazione in generazione. Secondo le testimonianze orali raccolte già 100 anni fa avveniva la preparata della Schiaccia Pasquale con gli uccellini dalle massaie in ambito domestico.
E’ tradizione benedire la schiaccia con gli uccellini durante la celebrazione della Santa messa Pasquale.

9. Produzione:
La preparazione di questo prodotto avviene solo presso l’unico panificio sito nel paese di San Piero, che ne produce 500 pezzi durante la settimana santa, venduti tutti a livello locale.




Potrebbe interessarti