Mela rotella della Lunigiana


Categoria:
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati;

1. Denominazione del Prodotto:
Mela rotella della Lunigiana

2. Sinonimi:
Pomo rodello

3. Descrizione sintetica del prodotto:
La mela rotella è una cultivar selezionatasi nel tempo in Lunigiana. Ha forma rotonda, un po’ schiacciata alle estremità; alla raccolta il colore è verde con striature rosse, a maturazione giallo con striature rosso intenso. Il sapore è dolce e acidulo, matura ha un profumo molto intenso e la polpa è consistente e bianca. È inoltre assai adatta ad essere conservata a lungo. La raccolta avviene nella seconda metà di ottobre. Per il consumo è necessario attendere alcune settimane, quando la parte verde della colorazione volge al giallo. La pezzatura è medio-piccola rispetto a quella delle altre mele.

4. Territorio interessato alla produzione:
Comuni di Aulla, Bagnone, Casola Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca Lunigiana, Zeri, provincia di Massa-Carrara.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Il prodotto è coltivato per lo più in modo promiscuo riducendo le cure colturali al minimo, ma esistono anche coltivazioni specializzate in cui le principali operazioni colturali consistono nella potatura, concimazione e difesa antiparassitaria.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
s Materiale vivaistico
s Concimi e antiparassitari
s Contenitori
s Magazzino

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
L’origine è remota e sconosciuta. Il nome deriva dalla forma schiacciata a mo’ di piccola ruota. Coltivata in piante sparse per il consumo locale, inizia ad essere commercializzata nei primi del 1900 e dopo la prima guerra mondiale ne venivano commercializzati circa 10.000 q all’anno.
Fino al secondo dopoguerra è molto diffusa, anche nella vicina provincia de La Spezia ma, negli anni ’60 la sua coltivazione viene gradualmente abbandonata.
La qualità e la tradizione del prodotto sono date dal gusto e profumo particolari e dalle caratteristiche della cultivar selezionatasi nel tempo in Lunigiana. In genere viene consumata fresca, ma può essere usata anche per fare dolci; è usata tradizionalmente per la preparazione di mele cotte.
Della valorizzazione di questa varietà, inserita nell’elenco per la tutela e la valorizzazione delle razze e varietà locali (L.R. n°64/04), si sta occupando la Comunità Montana della Lunigiana.

9. Produzione:
La mela rotella viene coltivata sia da hobbisti sia da varie aziende a scopo commerciale; i produttori delle quantità più significative sono quindici-sedici. La produzione di questa mela non è costante negli anni; poiché non si adatta ai trattamenti e alle potature, si possono ottenere quantitativi significativi di mela rotella solo ad annate alterne. La produzione media annua è circa 220 quintali e si rivolge all’autoconsumo e alla vendita diretta in azienda. La mela rotella viene portata in assaggio e per degustazione in tutte le manifestazioni che si svolgono nella zona.




Ristoranti

La Luna Brilla

Via Roma - MULAZZO
Carne, Pesce, Vegetariano

Potrebbe interessarti