Granoturco bianco massese


Categoria:
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati;

1. Denominazione del Prodotto:
Granoturco bianco massese

2. Sinonimi:
Mais bianco

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Il seme è di pezzatura media, rotondo, di colore bianco ed ha un sapore ed un odore di farina.

4. Territorio interessato alla produzione:
Provincia di Massa-Carrara.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
La semina si svolge a fine aprile, in solchi e righe (circa 7 piante al metro quadro). Si effettua una concimazione organica e azotata in copertura.La pannocchia ha un ciclo di maturazione di quattro mesi. Passato tale periodo, avviene la raccolta e l’essiccazione al sole, talvolta il prodotto viene conservato in mazzi sotto tettoie per l’inverno.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
La tradizionalità del prodotto è legata al fatto che vengono utilizzate le sementi tipiche del luogo. Qualche agricoltore del luogo mantiene ancora il seme in maniera tradizionale, conservandolo sigillato in damigiane al riparo da roditori e da agenti dannosi.

9. Produzione:
La produzione si mantiene sui 100-150 quintali e c’è chi lo conferisce totalmente ai negozi come farina per polenta e chi ne trattiene una parte per gli animali, oltre alla conservazione dei semi per la produzione successiva. La vendita avviene esclusivamente in zona e si rivolge prevalentemente ai negozianti locali e ai privati tramite vendita diretta in azienda.I produttori più significativi di granoturco bianco massese sono sei. La produzione di granturco bianco massese è attiva grazie anche ad un interessamento a livello comunale e ad alcuni produttori che per incrementare la produzione hanno preso in affitto terreni da colleghi che, forse troppo avanti con gli anni, hanno abbandonato la produzione.


Immagine prodotto