Aggiungi filtri alla ricerca:

Rimuovi tutti

Cardo della Val di Cornia


Categoria:
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati;

1. Denominazione del Prodotto:
Cardo della Val di Cornia

2. Sinonimi:
Gobbo della Val di Cornia

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Il cardo della Val di Cornia ha una forma eretta; la sua parte edibile, inodore, ha colore bianco brillante, sapore amarognolo e consistenza coriacea. Viene venduto in pezzature di circa 1 kg, in cassette di legno.

4. Territorio interessato alla produzione:
Val di Cornia, Livorno.

5. Produzione in atto:
r scomparso r a rischio r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
s Ottenimento in azienda del materiale di propagazione (seme)
s Preparazione del terreno con aratura di 40 cm di profondità (luglio)
s Affinamento del terreno con erpici a dischi e fresatrici
s Semina, all’inizio di agosto, con distanza fra le file di 1 m e sulla fila di 50 cm
s Lotta fitosanitaria con insetticidi, antioidici di sintesi e preparati rameici contro la peronospora
s Raccolta manuale nei mesi di ottobre, novembre e dicembre
s Selezione e cernita manuali, con controllo visivo per la presenza di insetti o muffe
s Incassettamento manuale

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
s Seme locale autoprodotto
s Composti per la lotta fitosanitaria
s Cassette per lo stoccaggio
s Mezzi di trasporto dell’azienda

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
Il prodotto deve la sua tradizionalità e qualità sia alla particolarità della cultivar, sia alla tecnica di produzione, rimasta invariata nel tempo. Il seme viene autoprodotto in azienda, mantenendo così il patrimonio genetico autoctono della specie. Il cardo della Val di Cornia ha la particolarità di non dover essere fasciato nella parte basale per ottenere l’imbianchimento del gambo: è caratterizzato già da un colore bianco brillante. La cultivar si adatta bene alle condizioni pedoclimatiche della Val di Cornia. In tale zona viene consumato con carne e fagioli e per la preparazione di un brodo di salsiccia. Si produce da almeno 30 anni.

9. Produzione:
In Val di Cornia sono 22 le aziende orticole che producono il cardo, insieme agli altri prodotti tipici di questa valle. La quantità annuale che ne immettono sul mercato è di circa 7000 quintali; negli ultimi tre anni c’è stato un aumento della produzione di circa il 30%.Come per tutte le altre produzioni della Val di Cornia in questi anni si è accentuato il problema del reperimento delle risorse idriche causato dalla salinizzazione delle falde presenti. La vendita avviene in tutta la regione tramite grossisti e distributori non locali.




Ristoranti

ENOTRIA ristorante & enoteca

Via delle Porte Nuove, 50 - FIRENZE
Cacciagione, Carne, Pesce, Senza glutine, Vegetariano

Potrebbe interessarti