Inizializzazione in corso
EN

Aderisci al progetto Vetrina Toscana ed entra a far parte del nostro network.

Promuovi il tuo business, iscriviti adesso!

NOME

PASSWORD

PASSWORD

EMAIL

SEI UN

 

USERNAME

CONFERMA PASSWORD

CONFERMA PASSWORD

 

* In riferimento alla legge 196/2003 autorizzo espressamente l'utilizzo dei miei dati personali e professionali riportati nel mio curriculum.

 

Cerca RISTORANTI

Cerca per luogo

CERCA AZZERA LA RICERCA

Cerca BOTTEGHE

Cerca per luogo

CERCA AZZERA LA RICERCA

Top EventsTutti gli eventi »

Top NewsTutte le news »

Eubiochef: il regolamento del contest

Eubiochef: il regolamento del contest

Come partecipare inviando le proprie ricette

Eubiochef: la salute in punta di forchetta

Eubiochef: la salute in punta di forchetta

Un contest per le ricette che fanno bene alla salute

Top Ristoranti

Baccarossa

Ristorante Bacca Rossa

sala

Ristorante "Da Burde"

139 video presenti

  • Toscana a Tavola: in cucina con i ragazzi dell'Istituto Saffi di Firenze
  • Vetrina Toscana a BTO 2015
  • Toscana a Tavola: la ricetta di Giuseppe Morgese
  • Vetrina Toscana a BTO 2015
  • Esco dal Desco: A Tavola con l'Olio
  • Lo zafferano di San Gimignano

Calendario Eventi << >> Tutti gli eventi »

Giugno 2016

Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom

30

31

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

1

2

3

NEWS FEED DAL WEB

Informazioni, documenti, bandi di concorso, appuntamenti e iniziative

Raspberry Ketone / Phen 375 / Adipex

CHIUDI

LA TUA PRENOTAZIONE
E' STATA ACCETTATA!

Disciplinare, requisiti e criteri minimi di ammissione
alla rete Vetrina Toscana dei ristoranti

1. Requisiti di adesione

Le unità locali con codice ATECO 56.10.11 - Ristorazione con somministrazione, che vogliono aderire alla rete Vetrina Toscana devono orientare la propria offerta merceologica alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari regionali e locali e possedere i seguenti requisiti.
Se ubicati nel territorio regionale, devono mantenere nel proprio assortimento almeno 30 referenze con minimo 20 referenze presenti sulla base della stagionalità e delle condizioni di approvvigionamento, merceologicamente diverse, scelte tra le tipologie di seguito indicate.
Se ubicate fuori dal territorio regionale devono mantenere nel proprio assortimento abituale almeno 40 referenze con minimo 30 referenze presenti sulla base della stagionalità e delle condizioni di approvvigionamento, merceologicamente diverse, scelte tra le tipologie di seguito indicate;

  • almeno 5 referenze di prodotti a denominazione d'origine protetta e indicazione geografica protetta;
  • almeno 4 referenze di prodotti con certificazione di origine rilasciata da ente abilitato (Agricoltura integrata, biologica, ecc.) prodotte in unità locali situate nella Regione Toscana;
  • prodotti tradizionali di cui al Decreto legislativo 173/1998 e D. MiPAF 350/1999;
  • prodotti agricoli locali e/o stagionali individuati dalla Camera di commercio in accordo con gli enti di governo locale preferibilmente tra i prodotti interessati dagli accordi di filiera;
  • prodotti alimentari artigianali individuati dalla Camera di commercio in accordo con gli enti di governo locale preferibilmente tra i prodotti interessati dagli accordi di filiera;
  • acqua di provenienza pubblica oppure minerale naturale proveniente da sorgenti situate nel territorio toscano ed imbottigliata in Toscana.

Altre produzioni o prodotti alimentari non compresi nel suddetto elenco potranno essere riconosciuti su richiesta motivata e documentata dai soggetti interessati se conforme ai principi del presente disciplinare.
Le referenze prescelte devono essere evidenziate nel menu, attraverso l'indicazione dei principali ingredienti utilizzati e devono riguardare almeno otto piatti fra antipasti, primi piatti, secondi, contorni e piatti di fine pasto. Nel caso il menu offerto contenga un numero inferiore o pari a otto piatti, l'indicazione di cui sopra deve riguardare almeno il 60% dell'intero menu. Nel menu i suddetti piatti sono individuati con il logo di Vetrina Toscana oppure attraverso altre forme che evidenzino l'uso nella loro preparazione di prodotti dei scelti tra quelli indicati al punto 1 del disciplinare.
Sul tavolo deve essere disponibile il condimento in olio extra vergine di oliva a denominazione protetta della Toscana, offrire vino della casa di origine toscana oltre ad un offerta enologica articolata in più etichette.
Nella "mise en place" il ristorante privilegerà produzioni toscane con particolare riguardo ai prodotti della tradizione manifatturiera toscana: piatti, bicchieri, tovaglie e complementi per l'arredo professionale dei tavoli della ristorazione. Appositi cartellini con il logo Vetrina Toscana, presentano, sui tavoli, i prodotti utilizzati nella "mise en place".

2. Modalità di adesione

L'adesione alla rete è annuale e può essere rinnovata entro il mese di marzo dell'anno successivo.
Il mancato rinnovo nei termini sopra indicati comporta la cancellazione automatica dell'esercizio commerciale dalla rete.
L'adesione alla rete Vetrina Toscana avviene esclusivamente attraverso la compilazione telematica del modulo presente sul sito ufficiale vetrina.toscana.it.stg.fst.
L'aggiornamento dei dati d'impresa è a carico dell'impresa aderente.
L'impresa, con l'adesione alla rete autorizza la Regione Toscana all'uso pubblico dei propri dati ed immagini al fine di promuovere la rete stessa e le produzioni agroalimentari della Toscana.

3. Logo

Il logo è rilasciato dalla Regione Toscana e dai soggetti da essa delegati.
L'uso del logo di Vetrina Toscana è riservato ai punti vendita che abbiano espresso la loro adesione annuale alla rete.
L'esercizio commerciale aderente alla rete deve esporre la vetrofania del logo in modo che risulti ben visibile al consumatore anche dall'esterno del esercizio.
L'uso del logo su prodotti editoriali e su altri strumenti di comunicazione è disciplinato con apposito regolamento d'uso a cui l'utilizzatore deve attenersi.

4. Impegni dei partecipanti alla rete


Gli Esercizi commerciali aderenti alla rete dichiarano inoltre la disponibilità a:

  • partecipare a progetti di filiera con i produttori agricoli ed artigianali, singoli o associati, per la commercializzazione delle produzioni agroalimentari toscane;
  • ospitare nel punto vendita spazi espositivi temporanei e/o stabili di promozione dei prodotti selezionati tra quelli indicati al punto 1 del disciplinare;
  • diffondere materiale informativo sulla rete, Vetrina Toscana e sulle iniziative di promozione delle produzioni tipiche agroalimentari e artigianali nonché materiale promozionale delle iniziative culturali che siano state concordate con la rete Vetrina Toscana;
  • collaborare all'organizzazione di eventi mirati alla valorizzazione delle Rete "Vetrina Toscana", partecipando alle iniziative specifiche del proprio modulo;alla degustazione di prodotti tipici toscani, alla promozione del territorio;
  • partecipare alle azioni di verifica formale e valutazione del gradimento espresso da parte dei clienti;
  • frequentare corsi formativi ai fini di una corretta informazione sulle produzioni tipiche, tradizionali toscane, e sulle loro preparazioni e manipolazioni, collaborare ad azioni di educazione alimentare diffondendo materiali informativi specifici forniti dalla Regione o da altro Ente pubblico.

5. Iniziative e costi

La Regione Toscana promuove la rete utilizzando le risorse messe a disposizione dal sistema regionale.
Su istanza delle imprese aderenti può promuovere ulteriori iniziative promozionali, formative e di marketing territoriale riservate ai soli proponenti a condizione che questi ne assumano totalmente i costi.

6. Cause di esclusione e sospensione

Sono cause di esclusione e/o sospensione dalla rete Vetrina Toscana:

  • La mancata esposizione del logo da parte dell'esercizio commerciale aderente in luogo ben visibile al pubblico è motivo di esclusione immediata dalla Rete;
  • le sanzioni amministrative e/o giudiziarie rilevate dalle autorità competenti all'esercizio commerciale aderente; tali sanzioni comportano l'immediata sospensione per l'anno in corso dell'impresa dalla partecipazione alla rete Vetrina Toscana e la sua esclusione permanente in caso di recidiva;
  • l'uso del logo da parte di punti vendita che non abbiano espresso la loro adesione alla rete comporta la sanzione di inammissibilità alla rete per l'anno in cui è rilevata l'infrazione;
  • l'uso del logo per la promozione di iniziative non autorizzate dal sistema regionale e/o camerale è vietato se non espressamente autorizzato dalla Regione Toscana; gli eventuali partecipanti all'iniziativa sono sospesi dalla rete per l'anno in cui è stata rilevata l'infrazione;
  • Il rifiuto dei controlli è motivo di esclusione immediata dalla rete, ovvero il mancato accesso ai locali senza giusta causa sono motivo di sospensione immediata dalla rete.

7. Recesso

L'esercizio commerciale può richiedere la cancellazione per recesso in qualunque momento, la facoltà di recesso può essere esercitata direttamente dal beneficiario esclusivamente attraverso la compilazione telematica del modulo presente sul sito ufficiale vetrina.toscana.it.stg.fst

8. Controlli

Gli esercizi aderenti si impegnano a far accedere ai locali dell'impresa gli operatori della Regione Toscana ovvero da essa delegati al fine di far esercitare i controlli sul rispetto del presente disciplinare. I controlli saranno effettuati nel rispetto delle esigenze dell'impresa.

9. Clausola di salvaguardia

La Regione Toscana non è responsabile di eventuali danni diretti ed indiretti alle imprese aderenti alla rete imputabili alla partecipazione alla rete Vetrina Toscana, siano essi dovuti ad attività promozionali od a comportamenti di singoli partecipanti.
La Regione Toscana si riserva di esercitare azioni di tutela del logo verso tutti ed azioni risarcitorie per danni all'immagine della rete Vetrina Toscana.

Disciplinare, requisiti e criteri minimi di ammissione
alla rete Vetrina Toscana delle botteghe alimentari

1. Requisiti di adesione

Le unità locali classificate di vicinato con codice ATECO, che vogliono aderire alla rete Vetrina Toscana devono orientare la propria offerta merceologica alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari regionali e locali e possedere i seguenti requisiti:
Se ubicati nel territorio regionale, devono mantenere nel proprio assortimento almeno 30 referenze con minimo 20 referenze presenti sulla base della stagionalità e delle condizioni di approvvigionamento, merceologicamente diverse, scelte tra le tipologie di seguito indicate.
Se ubicate fuori dal territorio regionale devono mantenere nel proprio assortimento abituale almeno 40 referenze con minimo 30 referenze presenti sulla base della stagionalità e delle condizioni di approvvigionamento, merceologicamente diverse, scelte tra le tipologie di seguito indicate;

  • almeno 5 prodotti a denominazione d'origine protetta e indicazione geografica protetta;
  • almeno 4 prodotti con certificazione di origine rilasciata da ente abilitato (Agricoltura integrata, biologica, ecc.) prodotte in unità locali situate nella Regione Toscana;
  • prodotti tradizionali di cui al Decreto legislativo 173/1998 e D. MiPAF 350/1999;
  • prodotti agricoli locali e/o stagionali individuati dalla Camera di commercio in accordo con gli enti di governo locale preferibilmente tra i prodotti interessati dagli accordi di filiera;
  • prodotti alimentari artigianali individuati dalla Camera di commercio in accordo con gli enti di governo locale preferibilmente tra i prodotti interessati dagli accordi di filiera;
  • acqua di provenienza pubblica oppure minerale naturale proveniente da sorgenti situate nel territorio toscano ed imbottigliata in Toscana.

Altre produzioni o prodotti alimentari non compresi nel suddetto elenco potranno essere riconosciuti su richiesta motivata e documentata dai soggetti interessati se conforme ai principi del presente disciplinare.
Nell'esercizio commerciale aderente alla rete Vetrina Toscana, l'assortimento dei prodotti selezionati deve essere evidenziato attraverso appositi cartellini apposti sui prodotti stessi che ne attestino la tipologia tra quelle sopra indicate.

2. Modalità di adesione

L'adesione alla rete è annuale e può essere rinnovata entro il mese di marzo dell'anno successivo. Il mancato rinnovo nei termini sopra indicati comporta la cancellazione automatica dell'esercizio commerciale dalla rete.
L'adesione alla rete Vetrina Toscana avviene esclusivamente attraverso la compilazione telematica del modulo presente sul sito ufficiale vetrina.toscana.it.stg.fst
L'aggiornamento dei dati d'impresa è a carico dell'impresa aderente.
L'impresa, con l'adesione alla rete autorizza la Regione Toscana all'uso pubblico dei propri dati ed immagini al fine di promuovere la rete stessa e le produzioni agroalimentari della Toscana.

3. Logo

Il logo è rilasciato dalla Regione Toscana e dai soggetti da essa delegati.
L'uso del logo di Vetrina Toscana è riservato ai punti vendita che abbiano espresso la loro adesione annuale alla rete.
L'esercizio commerciale aderente alla rete deve esporre la vetrofania del logo in modo che risulti ben visibile al consumatore anche dall'esterno del esercizio.
L'uso del logo su prodotti editoriali e su altri strumenti di comunicazione è disciplinato con apposito regolamento d'uso a cui l'utilizzatore deve attenersi.

4. Impegni dei partecipanti alla rete

Gli Esercizi commerciali aderenti alla rete dichiarano inoltre la disponibilità a:

  • partecipare a progetti di filiera con i produttori agricoli ed artigianali, singoli o associati, per la commercializzazione delle produzioni agroalimentari toscane;
  • ospitare nel punto vendita spazi espositivi temporanei e/o stabili di promozione dei prodotti selezionati tra quelli indicati al punto 1 del disciplinare;
  • diffondere materiale informativo sulla rete, Vetrina Toscana e sulle iniziative di promozione delle produzioni tipiche agroalimentari e artigianali nonché materiale promozionale delle iniziative culturali che siano state concordate con la rete Vetrina Toscana;
  • collaborare all'organizzazione di eventi mirati alla valorizzazione delle Rete "Vetrina Toscana", partecipando alle iniziative specifiche per il proprio modulo; alla degustazione di prodotti tipici toscani, alla promozione del territorio;
  • partecipare alle azioni di verifica formale e valutazione del gradimento espresso da parte dei clienti;
  • frequentare corsi formativi ai fini di una corretta informazione sulle produzioni tipiche, tradizionali toscane, e sulle loro preparazioni e manipolazioni, collaborare ad azioni di educazione alimentare diffondendo materiali informativi specifici forniti dalla Regione o da altro Ente pubblico.

5. Iniziative e costi

La Regione Toscana promuove la rete utilizzando le risorse messe a disposizione dal sistema regionale.
Su istanza delle imprese aderenti può promuovere ulteriori iniziative promozionali, formative e di marketing territoriale riservate ai soli proponenti a condizione che questi ne assumano totalmente i costi.

6. Cause di esclusione e sospensione

Sono cause di esclusione e/o sospensione dalla rete Vetrina Toscana:

  • La mancata esposizione del logo da parte dell'esercizio commerciale aderente in luogo ben visibile al pubblico è motivo di esclusione immediata dalla Rete;
  • le sanzioni amministrative e/o giudiziarie rilevate dalle autorità competenti all'esercizio commerciale aderente; tali sanzioni comportano l'immediata sospensione per l'anno in corso dell'impresa dalla partecipazione alla rete Vetrina Toscana e la sua esclusione permanente in caso di recidiva;
  • l'uso del logo da parte di punti vendita che non abbiano espresso la loro adesione alla rete comporta la sanzione di inammissibilità alla rete per l'anno in cui è rilevata l'infrazione;
  • l'uso del logo per la promozione di iniziative non autorizzate dal sistema regionale e/o camerale è vietato se non espressamente autorizzato dalla Regione Toscana; gli eventuali partecipanti all'iniziativa sono sospesi dalla rete per l'anno in cui è stata rilevata l'infrazione;
  • Il rifiuto dei controlli è motivo di esclusione immediata dalla rete, ovvero il mancato accesso ai locali senza giusta causa sono motivo di sospensione immediata dalla rete.

7. Recesso

L'esercizio commerciale può richiedere la cancellazione per recesso in qualunque momento, la facoltà di recesso può essere esercitata direttamente dal beneficiario esclusivamente attraverso la compilazione telematica del modulo presente sul sito ufficiale vetrina.toscana.it.stg.fst

8. Controlli

Gli esercizi aderenti si impegnano a far accedere ai locali dell'impresa gli operatori della Regione Toscana ovvero da essa delegati al fine di far esercitare i controlli sul rispetto del presente disciplinare. I controlli saranno effettuati nel rispetto delle esigenze dell'impresa.

9. Clausola di salvaguardia

La Regione Toscana non è responsabile di eventuali danni diretti ed indiretti alle imprese aderenti alla rete imputabili alla partecipazione alla rete Vetrina Toscana, siano essi dovuti ad attività promozionali od a comportamenti di singoli partecipanti.
La Regione Toscana si riserva di esercitare azioni di tutela del logo verso tutti ed azioni risarcitorie per danni all'immagine della rete Vetrina Toscana.

Modalità di iscrizione all'elenco dei fornitori
di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana

1- Finalità

Vetrina Toscana è una rete di piccole imprese operanti nella ristorazione e nel commercio alimentare che, attraverso la sottoscrizione di un disciplinare si impegnano ad integrare permanentemente la propria offerta merceologica con prodotti agroalimentari provenienti dalle filiere produttive toscane al fine di caratterizzare la propria offerta commerciale in sintonia con le politiche regionali di qualità dei prodotti tipici, tradizionali e quelli provenienti da agricoltura biologica ed integrata rispondenti alle politiche regionali messe in atto per migliorare l'alimentazione promuovendo il consumo dei prodotti di stagione, ed un equilibrato apporto delle sostanze nutritive.
La collaborazione tra la rete commerciale di Vetrina Toscana e le aziende produttrici è finalizzata alla creazione di relazioni economiche fondate su percorsi partecipativi di costruzione del valore. Per agevolare le imprese commerciali e di produzione in questo loro impegno, la Regione Toscana, insieme al Sistema Camerale e con la collaborazione delle Associazioni di categoria, ha costituito l'elenco dei fornitori dei prodotti agroalimentari della fornitori della rete Vetrina Toscana.
L'elenco sarà disponibile anche su web nel sito vetrina.toscana.it.stg.fst ed in questa modalità sarà facilmente aggiornabile da parte delle imprese produttrici che intendono fornire i propri prodotti alla rete commerciale di Vetrina Toscana, e sarà consultabile da parte delle imprese commerciali che costituiscono la stessa rete.

2 - Chi si può iscrivere

Le azione agricole ed agroalimentari toscane.
Possono richiedere l'iscrizione all'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana:

  • le aziende agricole toscane;
  • le cooperative agricole, forestali ed agroalimentari toscane;
  • le associazioni dei produttori agricoli;
  • le organizzazioni di rappresentanza delle aziende agricole toscane;
  • le società ed i consorzi costituiti da aziende agricole toscane;
  • i consorzi di tutela delle produzioni agroalimentari tipiche toscane (DOP - IGP);
  • i consorzi di tutela dei vini della toscana (DOP e IGP).

3 - Gli impegni connessi con l'iscrizione all'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana

Con l'iscrizione all'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari e dei vini della rete di Vetrina Toscana le aziende devono indicare:

  • i riferimenti aziendali (ragione sociale, legale rappresentante, indirizzo della sede e dei magazzini, riferimenti telefonici fissi e mobili, eventuale fax, indirizzi di posta elettronica);
  • il dettaglio dei prodotti disponibili specificando per i prodotti offerti la tipologia di certificazione (DOP e IGP agroalimentare, DOP e IGP vini, produzione biologia, produzione integrata Agriqualità), se prodotto iscritto nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Toscana, eventuali altre certificazioni ufficialmente riconosciute (da specificare), oppure nessuna delle tipologie richiamate in precedenza;
  • le quantità disponibili per ciascun prodotto, se disponibile;
  • i periodi dell'anno in cui ciascun prodotto è disponibile per la fornitura;
  • le modalità di consegna di ciascun prodotto: franco azienda produttrice, franco destino, ecc.; le tipologir di confezionamento, i tempi medi di consegna;
  • gli eventuali mandatari a cui è delegata la contrattazione con l'indicazione dei riferimenti analoghi a quelli indicati per l'azienda.

Ogni soggetto iscritto nell'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana deve inserire ed aggiornare i dati relativi ai propri dati accedendo direttamente alla piattaforma web e seguendo la procedura on-line oppure delegare ad una delle suddette strutture.
L'iscrizione dei Consorzi di tutela delle DOP e IGP dei prodotti agroalimentari e dei vino ha lo scopo di poter contattare eventualmente altri produttori che certificano, oppure per poter organizzare eventi promozionali o informativi per gli aderenti alla rete Vetrina Toscana.

4 - Modalità di rinuncia e di conferma all'iscrizione nell'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana

Ogni iscritto nell'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana può rinunciare all'iscrizione e pertanto essere escluso dall'elenco previa espressa richiesta formale.
L'iscrizione all'elenco dei fornitori di prodotti agroalimentari della rete di Vetrina Toscana ha validità fino al 31 dicembre dell'anno in cui è stata presentata la richiesta. I soggetti interessati alla conferma dell'iscrizione anche per l'anno successivo possono comunicarlo formalmente entro il 31 dicembre. La mancata richiesta di conferma nei tempi previsti comporta l'esclusione dall'elenco. In tal caso i soggetti che fossero intenzionati ad iscriversi dopo tale data dovranno ripresentare una richiesta con le modalità previste per una nuova iscrizione.